0

L’occhio

L’occhio  si apre e si chiude

e dentro di esso

il mondo si affaccia

in un vortice.

Il mondo è un occhio

che racchiude una pupilla di cristallo

sulla sua retina si imprime l’eterno

nelle mille forme dell’esistere.

Sul liquido abisso dell’occhio

si affaccia la nostra anima

in cerca di distrazione  o di salvezza

ma l’occhio ci rinvia

la nostra immagine

come una lente capovolta.

Sulla retina si stagliano angeli

che sono sogni e desideri di angeli.

Nell’occhio scopriamo il nostro sé

e ci ritraiamo per paura

di infrangere la sua fragilità.

Un Dio cosmico riflette

l’inafferrabilità della vita.

Il liquido chiaro intorno alla pupilla

è la chiarità dell’oceano all’alba

ai cui bordi nasce la luce

e solleva le sue colonne

fino alle sommità del cielo.

Nel cielo del nostro occhio

nuotiamo

verso le rive di Dio.

Una minuscola vela

lo attraversa

da cui scruta i venti Ulisse.

Donatella Bisutti

Inedito

1 2